lunedì 23 febbraio 2015

ALLA CONQUISTA DEL BLUSH PERDUTO- FEAT. CURLY CHEMISTRY MAKEUP

ALLA CONQUISTA DEL BLUSH PERDUTO. Riprende la collaborazione con la mitica blogger, nonché sorella nordica Curly Chemistry Makeup, ovvero Silvia Parodi, questa volta si parla di blush, e parlarne insieme a lei è sempre un gran piacere! Ecco il link del suo blog http://curlychemistry.blogspot.it/?m=1      In polvere, in crema, HD, minerali, duochrome, shimmer, in perle, il mondo del Blush, che un tempo era conosciuto come Fard, è diventato una vera giungla per i non addetti ai lavori, che spesso rivela insidiose trappole nel lungo percorso della scelta del prodotto più adatto alle nostre esigenze. Wikipedia ci informa che il cosmetico in questione nasce, come la maggioranza dei prodotti di bellezza, in terra Egiziana, prosegue poi verso la Grecia e che in epoca vittoriana il suo utilizzo qualificava una donna come "pocodibuono"  (effettivamente anche ai nostri giorni chi abusa del blush potrebbe dar adito ad incomprensioni ..., ma il mio sfegatato femminismo mi impone di combattere questo genere di preconcetti...). Si tratta in buona  sostanza di un po' di talco colorato che è comunque indispensabile per garantire al nostro incarnato un aspetto sano e gradevole. Fondamentale è l'applicazione, io seguo il metodo Clio, ovvero sorrido come una deficiente e sfumo sulle guance salendo verso le tempie. Preferisco sempre i blush in polvere compatta, meno quelli minerali in polvere libera poiché non riesco  quasi mai a calibrarne bene la quantità da applicare ( infatti il mio IKEBANA di Neve COSMETICS giace da un bel po' di tempo nel cassetto dedicato ai blush...).  
Adoro anche i fard in crema e d'estate non disdegno quelli liquidi, nonostante siano molto più difficili da stendere. Come fare a scegliere il blush più adatto a noi? Lasciamo decidere ala pelle! Se abbiamo la pelle grassa o poco omogenea i fard in crema, in stick o liquido saranno da evitare, se abbiamo parecchi segni d'espressione sarà opportuno evitare anche in questo caso le consistenze cremose ed i finish Shimmer/glitterati. Se la nostra pelle è invece troppo secca  o spenta l'effetto mat andrà ad accentuarne l'opacità e la disidratazione. Per quanto concerne l'abbinamento con il make-up occhi seguo sempre la regola banale ed empirica delle opposizioni: occhio mat o nude, fard SHIMMER, occhio luccicante/ blush mat. Per i colori invece mi avvalgo della COLOUR WHEEL, che potete reperire su internet all'interno di parecchi blog. In linea di massima, su una carnagione chiara l'abbinamento ombretto blu  e blush rosa o ombretto verde e blush pesca mi ha sempre dato grandi soddisfazioni, ma anche ombretto nero o grigio e blush rosa antico ha il suo perché...! Più delicata è invece la questione  dell'abbinamento del rossetto, che in linea di massima scelgo in una nuance simile al blush, stando bene attenta a ciò che ho utilizzato sugli occhi: se il blush è Pink il rossetto sarà Fuchsia o rosa, se il blush è pesca sarà un corallo o una variante sui toni arancio; il rosso sta bene con quasi tutti i blush mente i vivaccia ed vampy richiedono necessariamente un blush rosa chiaro. Nel mio percorso di totale, scellerata e consumistica sottomissione all'industria del Makeup ho acquistato diversi blush, e nel mio cuore è rimasta l'impronta indelebile del "Botticelli " di Helena Rubinstein, il pesca perfetto, ormai introvabile. Non sempre i prodotti migliori, come spesso capita, corrispondono a quelli più cari, ecco quindi la mia personale BLUSH LIST, contenente ciò che amo schiaffarmi sulle guance!  CONTOURING BLUSH & BRONZING CREAM - ELF - in ST LUCIA: strepitoso sugli zigomi e pratico per il Contouring, e' in crema e si stende con facilità senza creare l'effetto "Tatangelo". 
BLUSH "SUPER ORGASM" - NARS: una polvere cangiante pesca GLITTER dalla consistenza silky e dal Finish iridescente unico e d'effetto. Batte "CORALISTA" ed "ORGASM" ad occhi chiusi! -
AFTERGLOW - GLIDE - ON CHECK TINT in SCORE - URBAN DECAY.: che palle! È' fuori produzione ma è favoloso: uno dei migliori blush in crema mai utilizzati, pagato solo 10,00 euro! 

INSTAIN LONG WEARING POWDER BLUSH in LACE - THE BALM: questo blush ricorda i petali dei fiori; delicato ma molto scrivente. Durata imbattibile: il miglior blush LONG lasting mai posseduto.
 BLUSH STICK ESSENCE in Miss Peachy: di Essence sapete che non parlo mai male ma questo blush in STICK lo utilizzo solo sopra 20 strati di Primer e fondotinta anti shine e mezzo kilo di polvere di riso...! 
DUO BLUSH 'N' BRONZER in 3 - WJCON: a mio avviso è il miglior blush prodotto da Wjcon, accompagnato dal miglior Bronzer per contouring. 
BALL BLUSHER FLORMAR IN 12: un mito! Scrivenza eccellente ed effetto tridimensionale grazie alle sfere di tre differenti colori.
POSIE TINT - BENEFIT: un must HAVE per chi va di fretta! Lo definisco un petalo liquido..., ma quanto è difficile da stendere...!
Non mi resta che lasciarvi alla fatidica scelta del blush: fatevi guidare dalla fantasia e dal l'istinto, senza dimenticare di controllare il portafoglio! Ecco il post di di Silvia 
http://curlychemistry.blogspot.it/2015/03/alla-conquista-del-blush-perduto-feat.html?m=1