mercoledì 9 ottobre 2013

LE INTERVISTE DI MAKEUPFOODANDFASHION: QUATTRO CHIACCHIERE CON VERONICA DI "POLVERE DI STELLE MAKEUP"

Polvere di Stelle e' il titolo di un capolavoro cinematografico diretto dal grande Alberto Sordi nel 1973, Polvere di Stelle Makeup e' il nome di uno dei più noti blog italiani di cosmetica alimentato dalle conoscenze beauty e dalle accurate recensioni di Veronica, appassionata trentenne estetista, che in questo progetto ha messo il cuore, l'anima e soprattutto il carattere; un carattere forte, deciso e determinato che la rende unica e piacevolmente diversa dalle altre bloggers, avvolte da quell'aura patinata e costruita, glamour e sognante che spesso rende l'universo beauty appannaggio esclusivo di donne simili a top models! Il mondo di Veronica e' reale: e' un mondo in cui la bellezza e' una cosa seria, per donne vere. Ecco cosa ci ha raccontato, con la sua consueta franchezza. 1) quando e perche' nasce il progetto Polvere di Stelle Makeup?
"Il mio piccolo mondo nasce nell'ormai lontano gennaio 2011 per gioco direi ,perché' mi annoiavo e ho deciso di pubblicare su di uno spazio visibile a tutti, quelle che erano le mie opinioni di consumatrice,fermamente convinta che avrei mollato dopo poco tempo...di solito con queste cose tendo ad essere un po' incostante,e consapevole che gia' a quei tempi di beauty blog ne era pieno il web,ero la prima a non crederci...col tempo pero',i primi risultati mi hanno abbastanza spronata a proseguire,cercando di migliorarmi sempre,perfezionando la qualita' dei contenuti,nel tentativo di offrire un servizio utile.Se avessi saputo che quasi tre anni dopo,il blog sarebbe diventato quello che é attualmente,onestamente non ci avrei creduto! Diciamo che la mia autostima viaggia molto terra a terra quindi tendo a sottovalutarmi piu' spesso di quanto si creda...sbagliando ma sono cosi...alla fine ho imparato che impegnandosi le soddisfazioni arrivano sempre! Ne sono la prova!" 2) Polvere di Stelle: un film, un ombretto, un sogno, un makeup scintillante o...? 
"PolvereDi stelle é una persona semplice che il piu' delle volte passa agli altri forse nel modo sbagliato...Arrogante,presuntuosa,questi sono solo due degli aggettivi con cui sono stata etichettata ultimamente...So di non essere cosi, semplicemente credo in me stessa, nelle mie capacita', in quello che faccio e nei valori che porto avanti. Tutto qui...Se essere estremamente trasparenti e "VERI" implica il passare per arroganti e presuntuosi, allora lo sono,ma sta di fatto che non mi piace far finta di essere come la gente vorrebbe che fossi...non sono una persona "pucci pucci", accondiscendente per il quieto vivere, che passa sopra alle cose pur di non sbilanciarsi e esprimere la propria opinione magari contraria. Non faccio l'amica se una persona non mi va a genio,solo per non risultare troppo selettiva...Io sono diretta,e su web in particolare,le persone dirette sono automaticamente marchiate come "polemiche".Uno schermo cambia le cose....sotto tutti i punti di vista!"
3) cosa pensi dell'attuale contesto delle maggiori piattaforme social, invase da blogger, Youtuber e make up Artist self Made che affrontano spesso in maniera superficiale ed irresponsabile argomenti dei quali non hanno la benché minima conoscenza, lanciando a volte messaggi discutibili? 
"Io non sono nessuno per giudicare le scelte degli altri. Personalmente mi limito a parlare di cio' che conosco e di cui ho una certa padronanza senza inoltrarmi in cose che non mi competono, ma per volere mio,perche' mi sentirei un po' fuori luogo nelle vesti di "tuttologa" che ritiene di avere la cosidetta "scienza infusa". A volte leggo/ascolto cose a dir poco orripilanti in giro...castronerie apocalittiche che non stanno ne' in cielo ne' in terra,ma che magari,essendo state lette da riviste femminili di dubbia cultura,vengono prese per oro colato. Purtroppo ci sono persone competenti che hanno studiato,persone con concrete capacita' che magari si sono doverosamente documentate pur non avendo svolto studi specifici,e persone incapaci che si improvvisano professioniste...io vado con la speranza che le persone che seguono una youtuber o una blogger,abbiano occhi,orecchie e cervello attivi al punto di capire da soli se una persona é qualificata o si limita a blaterare in maniera convincente...solo quello!"
4) tu sei una professionista, hai studiato ed hai padronanza in materia cosmetica, ma sembri anche molto schietta e diretta: credi che attualmente ci siano in circolazione troppe persone che si autoproclamano "beauty guru" senza averne titolo? 
"Premesso che non mi considero una "beauty guru" e nemmeno voglio esserlo, ammetto di aver scremato ben bene le persone che seguo proprio per questo problema di fondo. Non basta avere un blog o un canale,e magari sapersi truccare discretamente,per essere una "professionista",o comunque professionale....Secondo me ci vorrebbe solo un pizzico di "umilta' " in piu'...quella che é necessaria per saper riconoscere i propri limiti e lavorare eventualmente su se' stessi per migliorare in primis come persona,e secondariamente come "professionista"...io in questi (quasi) 3 anni ho lavorato essenzialmente secondo questo principio..." 5) argomenti come il makeup o la moda dovrebbero unire tra di loro milioni di donne accomunate da questa passione, invece accade spesso il contrario: polemiche, acredine, insulti , calci e spintoni virtuali...! Perché il clima in rete si è' deteriorato ed il mondo dei beauty blog produce veleni? 
"Hai detto bene,dovrebbero,ma la realta' ultimamente é un po' differente,e qui potrei scrivere un libro (mettetevi comodi perche' so che risultero' logorroica,no problem!)... Io son sempre stata dell'idea che la famosa "solidarieta' femminile" non esiste, cosa che ho riscontrato sia nel reale che nel virtuale,ampiamente confermata da numerosi episodi che mi hanno fatto e mi fanno tutt'ora riflettere. Purtroppo,anche se ormai la parola chiave del discorso é un po' inflazionata,l'"invidia" é la chiave di tutto,benche' la si usi ormai quotidianamente per giustificare determinate azioni che il piu' delle volte hanno del surreale. Mai pensato di poter essere criticata ed etichettata come "venduta","accattona",e chi piu' ne ha piu' ne metta,solo perche' ho avuto e ho attualmente collaborazioni con aziende....perche' si, ci sono un sacco di persone che aprono un blog per quell'unico scopo ,e aziende che spesso non si preoccupano di guadare i contenuti reali di un blog inviando "ad minchiam" prodotti in cambio di pubblicita' sicuri di un riscontro positivo,ma di contro ci sono anche persone ( e qui mi includo), che ricevono prodotti omaggio,senza nasconderlo,in maniera del tutto trasparente esattamente come l'opinione espressa dopo aver testato a fondo un prodotto, magari trovandovi anche dei difetti, senza la paura di sottolinearli...e alla fine si generalizza inevitabilmente....questo é solo un esempio,perche' non piu' tardi di ieri,mi é capitato di discutere sul blog ,a proposito di una nota e attuale promozione a coupon che consente di acquistare ad un prezzo ridotto i prodotti del brand. Ok,ho acquistato alcune cose grazie ai coupons, magari superflue,ma le ho comunque acquistate,e automaticamente scatta la polemica del "sprechi soldi",del "cosa te ne fai quando hai millemila prodotti che non userai in 10 vite",o peggio ancora del "tu criticavi chi ha preso gli smalti omaggio a valanghe e sei la prima ad approfittare delle promo"...ok, parliamone,perche' c'e' una bella differenza tra il saccheggiare un negozio solo perche' "aggratis e' bbbello",e comprare prodotti ad un prezzo ridotto...ma logicamente se avessi comprato le stesse cose,magari con i saldi,e scontate,ma senza coupons,non avrebbe parlato nessuno...vedi quando dico INVIDIA cosa intendo? Deve pur nascere da qualcosa la voglia di polemizzare sul portafoglio e sullo stile di vita degli altri... Invidia e cattiveria,alla base questo guida tutto,e a volte dico la verita',mi avvilisco non poco e mi viene da dire "ma chi me lo fa fare!".... Io so di essere polemica,anche se non mi piace definirmi tale..sono una persona che non si autocensura e che ama dire le cose che pensa senza troppi giri di parole,e sopratutto senza timore di esprimere il proprio pensiero,per quanto condivisibile o meno possa essere.Noto molta (troppa),falsita' in questo ambiente,e la cosa mi amareggia parecchio, perché' vai bene finche' assecondi gli altri, dopodiché' diventi la bestia nera se solo ti discosti dal pensiero comune. Molta gente evidentemente vive per criticare gli altri,ma non in maniera costruttiva,tutt'altro,ma solo ed esclusivamente per contraddire , il piu' delle volte in modo aggressivo, infantile e cattivo.La cattiveria, di quella non ne parliamo...se certa gente é cosi in rete, non oso immaginare che persone possono essere nella vita reale..non vado oltre..."
6) credi nei beauty trends, nei colori proposti da Pantone e nelle collezioni create dalle maison più importanti o preferisci creare uno stile personale? 
"Non mi fossilizzo su quelli che sono i canoni standard che ogni anno,ad ogni stagione impone la moda.Sono dell'idea che una persona deve sempre sentirsi a proprio agio con se' stessa e il makeup é lo strumento migliore. Non esiste un makeup standard che stia bene in una data circostanza a chiunque lo indossi, esiste piuttosto il makeup che ti valorizza caratterizzato dai colori che donano maggiormente ai tatti del viso,e che sanno marcare quelli che sono i "punti forti"...io mi trucco " ad umore",ma sempre utilizzando colori e abbinamenti che piacciono a me,non che mi impongono gli altri...chi l'ha stabilito che un rossetto rosso debba necessariamente essere indossato con un trucco nude?Detesto questi concetti,che secondo me sono solo paletti inutili...abbiate il coraggio di osare...SEMPRE!"
7) tre prodotti di makeup: indimenticabile, intramontabile, inimitabile. 
"Oddio ,qui sono indifficolta'...Indimenticabile,credo possa essere la mia amata cipria Primed&Poreless Too Faced...se é vero il vociferare che uscira' davvero dal commercio,per la sottoscritta sara' il dramma.Intramontabile,credo di poter definire il mascara....nello specifico il They're Real di Benefit o il mio adorato DiorShow che personalmente adoro.Inimitabile,qui parlo al plurale e mi riferisco ai rossetti M.A.C...per me non sono solo rossetti,ma I Rossetti per eccellenza,cremosi,durevoli e confortevoli,hanno tutte le caratteristiche che in altri rossetti non ho mai trovato,non tutte insieme almeno...sono una specie di droga...lo ammetto,che posso farci?"
Grazie Veronica. E' un piacere seguirti!